Immunoregolazione

Il laboratorio di Immunoregolazione, co-finanziato da IIGM e dalla Fondazione Armenise-Harvard, si occupa dello studio di aspetti fondamentali della risposta immunitaria, alla base della differenziazione dei linfociti T della memoria e sul ruolo di queste cellule nella protezione a lungo termine.
Negli ultimi anni, sono stati ottenuti importanti risultati nel trattamento del cancro, mediante il potenziamento della risposta immunitaria mediata dai linfociti T CD8+. Queste osservazioni hanno determinato un cambiamento del paradigma del trattamento del cancro: potenziare le cellule immunitarie per migliorare la risposta dell'organismo contro il tumore.

In seguito al riconoscimento dell'antigene, i linfociti T CD8+ proliferano e differenziano in linfociti effettori e in cellula della memoria a lungo termine. Il principale obiettivo di ricerca è comprendere come i linfociti T integrano stimoli complessi, e traducono questi segnali in specifici programmi epigenetici, alla base del differenziamento e della funzione dei linfociti. Lo studio è volto a comprendere l'impatto dell'eterocromatina sulle proprietà staminali delle cellule T CD8 + memoria, sulla loro plasticità, e durante il processo di differenziazione dei linfociti effettori, nella risposta al cancro.
La ricerca è finalizzata allo sviluppo di nuove strategie per la prevenzione e il trattamento del cancro, nel nuovo e promettente campo dell'immunoterapia.

Aspetti innovativi: il programma di ricerca si basa su uno studio multidisciplinare, combinando una varietà di approcci, come modelli di risposta immunitaria a patogeni ad antigeni tumorali, modelli traslazionali, microscopia avanzata, e tecnologie sia genetiche che genomiche, compresi studi di next generation sequencing (NGS) di RNA e dei marcatori epigenetici del genoma.

Valore aggiunto: queste ricerche contribuiranno alla comprensione fondamentale della funzione e del differenziamento dei linfociti T. Lo studio rivelerà nuove proprietà dei linfociti T e nuovi bersagli molecolari, aprendo così a nuove prospettive nella manipolazione delle cellule T CD8+ nell'immunoterapia e nello sviluppo di vaccini nel cancro.


Responsabile Unità di ricerca: Luigia Pace, PhD
Tel. +39 0116709541
luigia.pace@iigm.it
Consulta le pubblicazioni
Curriculum Vitae

Pubblicazioni selezionate

1. Pace L., Goudot C., Zueva E., Quivy JP., G. Almouzni & S. Amigorena. Epigenetic control of "stemness" in CD8+ T cell memory development. Full article. SCIENCE 2018; 359(6372): 177-186. Highlighted in a Perspective in the same issue.

2. Alloatti A., Kotsias F., Pauwels AM., Carpier JM., Jouve M, Timmerman E., #Pace L., Vargas P., Maurin M., Gehrmann U., Joannas L., Vivar OI., Lennon-Duménil AM., Savina A., Gevaert Beyaert R., Hoffmann E., Amigorena S. Toll-like Receptor 4 Engagement on Dendritic Cells Restrains Phago-Lysosome Fusion and Promotes Cross-Presentation of Antigens. IMMUNITY. 43(6):1087-100, 2015.

3. Pace L., Tempez A., Arnold-Schrauf C., Lemaitre F., Bousso P., Fetler L;, Sparwasser T., Amigorena S. Regulatory T cells increase the avidity of primary CD8+ T cell responses and promote memory. SCIENCE. 2012; 338 (6106): 532-6. 18 stars Faculty 1000, and highlighted in Nature Immunological Review 2012.


Gruppo di ricerca
• Luigia Pace, Principal investigator (IIGM)
• Giusy Granato, Post-doc (IIGM)
• Valentina Russo, borsista (IIGM)
• Nadia Brasu, studente di Laurea Specialistica (UniTo, IIGM)


Progetti in corso:
• Ruolo dell'eterocromatina nello sviluppo della memoria dei linfociti T

Link ai Progetti

Link alle pubblicazioni